Benvenuti su www.fraccaroli.it     Alberto Fraccaroli tel. 320-0181402     e-mail Invia una e-mail a Alberto Fraccaroli    
    Previsioni meteo
Google
  Drivers per le periferiche
  Aggiornamento Norton antivirus
   
 
   

Il Chievo con una partita non certo entusiasmante batte il Pescara e così passa il turno di Coppa Italia

 

Rossettini in Chievo-Pescara

foto alberto fraccaroli
  CHIEVO - PESCARA 1 - 0

Reti: 65' Rigoni.

da www.chievoverona.it

A.C. ChievoVerona: Seculin, Cacciatore, Rossettini, Tomovic, Jaroszynski (30’ st Bani); Rigoni, Radovanovic, Hetemaj; Birsa (23’ st Kiyine), Stepinski, Giaccherini (43’ st Meggiorini).

A disposizione: Sorrentino, Semper, Tanasijevic, Valjent, Garritano, Leris, Pucciarelli, Djordjevic, Pellissier.

Allenatore: Lorenzo D’Anna.

Pescara Calcio: Fiorillo, Gravillon, Palazzi (44’ pt Machin), Perrotta, Memushaj, Balzano, Antonucci, Elizalde, Brugman, Cocco (30’ st Monachello), Mancuso (33’ st Kanoute).

A disposizione: Kastrati, Galante, Scognamiglio, Bunino, Fornasier, Ventola, Proietti, Crecco, Melegoni.

Allenatore: Giuseppe Pillon.

Arbitro: Sig. Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo.

Ammoniti: Gravillon

 
 
   
L'Hellas forse snobbando l'impegno viene battuto dal Catania e subito eliminato dalla Coppa Italia
 

CATANIA - HELLAS VERONA

  2 - 0  
Laribi in Verona-Juve Stabia
foto alberto fraccaroli

Reti: 32' Silvestri, 41' Marotta.

da www.hellasverona.it

"Un tiro in tutta la partita". E' questa la sintesi impietosa sul Verona a cura della Gazzetta dello Sport nella versione online.

Questo il commento integrale dei giornalisti della Rosea: "Due gol nel primo tempo e un brillante Catania regola senza problemi un deludente Verona, con lo stesso Fabio Grosso che ammette la superiorità degli etnei schierati da Andrea Sottil con un efficace ed equilibrato 4-2-3-1. Il vantaggio con una entrata di Silvestri al 33' su cross basso del gambiano Manneh. Poi il raddoppio su delizioso assist di Lodi per l'ottimo Marotta al 41' che debutta anche lui con gol davanti ai nuovi tifosi. Impalpabile la reazione veronese con un solo tiro nello specchio in tutti i 95' di gioco. Il Catania al quarto turno affronterà il Sassuolo, mentre la città spera ancora nel ripescaggio in B"

.

 
 

 

La Calzedonia Verona con una partita strepitosa batte i Campioni d'Italia della Lube Banca Macerata.

 
foto da sito Marmi Lanza
CALZEDONIA VR - LUBE MACERATA 3 - 1
25-17, 25-23, 18-25, 25-22   a cura dell'uficio stampa della Marmi Lanza Volley
Alla sua quattrocentesima partita in Serie A, la Calzedonia Verona vince per 3 a 1 contro la Cucine Lube Banca Marche Treia e conquista tre punti preziosi per la propria classifica. 
I gialloblù giocano una gara di altissimo livello con 12 muri punto, 51% in attacco di squadra; Simone Anzani viene eletto MVP del match dopo aver messo a terra terra 7 muri punto e 13 punti punti totali. Per Treia un infortunio nel finale a Giulio Sabbi e qualche problema anche per Henno che durante la gara si è accomodato in panchina perché non al meglio.
.

CALZEDONIA VERONA - CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA 3-1 (25-17, 25-23, 18-25, 25-22) - CALZEDONIA VERONA: Zingel 9, Coscione 1, Pesaresi (L), Gitto, Gasparini 21, Deroo 13, White 1, Bellei, Sander 14, Anzani 13. Non entrati Blasi, Centomo, Borgogno. All. Giani. CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA: Henno (L), Parodi 15, Paparoni (L), Stankovic 10, Kovar 1, Sabbi 16, Monopoli, Shumov 4, Kurek 11, Baranowicz 3, Podrascanin 7. Non entrati Fei, Vitelli, Bonacic. All. Giuliani. ARBITRI: La Micela, Pozzato. NOTE - durata set: 24', 29', 23', 30'; tot: 106'.

 
 
   

La Tezenis Verona ferma la sua lunga serie di vittorie a Barcellona contro la Sigma.

 

SIGMA BARCELLONA - TEZENIS VERONA

  92 - 85  
Smith
foto basket scaligero

Marcatori: Smith 22, Taylor 23, Callahan 10, Gandini 4, Carraretto 18, Da Ros 3, Boscagin 5

dal sito www.basketscaligero.it

Si interrompe a Barcellona, in casa della Sigma, la striscia vincente di sette successi di fila della Tezenis. Al PalaAlberti finisce 92-85 dopo una partita durissima, a lungo condotta dalla Scaligera. Avanti 26-14 al termine del primo quarto, la Tezenis sale anche a +16 con un canestro di Callahan per il 32-18 dopo 2’09” dall’inizio del secondo periodo. La reazione di Barcellona è nel 12-4 di parziale con cui si chiude il primo tempo, col punteggio di 46-41. Cinque punti di vantaggio (71-66) la Tezenis li conserva anche alla fine del terzo periodo, chiuso dalla bomba di Collins in una contesa in cui di tiri da tre ne mette sei su sei Marco Carraretto. La Sigma comincia l’ultimo periodo con grande intensità, a cavallo dei due quarti trova un parziale di 8-0 e i punti di Collins, Young e Fantoni, fino a racimolare otto punti di margine (81-73). La Tezenis entra negli ultimi tre minuti sotto 84-79 dopo i liberi di Smith, Barcellona muore con la palla in mano, la Sigma chiama minuto a 2’05”, Taylor firma l’84-81 ma Pinton replica dalla lunetta. Collins e Young segnano i punti dell’88-81, Barcellona replica anche gli ultimi tentativi di rimonta della Tezenis. Fino al 92-85 conclusivo.